Brand Hunters

Gucci: quando la Street Art diventa virale

Passeggiando per Milano vi sarà capitato di passare in Largo La Foppa, trovandovi di fronte a quello che è stato definito Gucci Art Wall: un murale di 176 metri quadrati.

Si tratta di una tela urbana in continua evoluzione, che, dal 2017, viene offerta a numerosi artisti per raffigurare l’immaginario esistenziale di Gucci e promuovere campagne pubblicitarie.

Un progetto, questo, che non si limita alla sola Milano, ma è esteso in tutto il mondo.

Nella realizzazione delle sue opere, Gucci ha collaborato con le società Colossal Media e Urban Vision, leader delle pubblicità out-of-home.

Ne è risultato un prodotto eccezionale: una Fashion Street Art in cui marketing e arte contemporanea si uniscono, coniugando l’eleganza, tipica di un luxury brand come Gucci, con un approccio decisamente più pop.

Aldilà dell’ideologia ispiratrice, a far riflettere è l’impatto provocato dalla strategia di Gucci.

Blog4.0.jpg

 

L’entusiasta reazione del pubblico agli Art Walls, infatti, dimostra come l’arte outdoor possa ancora garantire successo ed engagement, a patto che rispetti una condizione:

 

le opere urbane devono essere sufficientemente Instagrammabili.

Provate a digitare l’hashtag #Gucciartwall ed osservate la quantità di scatti condivisi dagli utenti: innumerevoli persone hanno riempito i loro profili di post e stories, guadagnando milioni di impressions.

Blog4.1.jpg

 

è come se progressivamente, i murales di Gucci abbiano perso la loro connotazione di arte urbana: sono diventati un’arte social, che non ha abbellito semplicemente le città, ma soprattutto le bacheche di Instagram.

 

Ciò non dovrebbe stupire: se vi trovaste di fronte ad un murales artistico come questi, vi limitereste ad ammirarne la bellezza, o prendereste subito il vostro smartphone per fare una “story”?

in realtà è il caso emblematico di un fenomeno molto più ampio: dopo essere caduto in disuso, il marketing non convenzionale della Street Art è tornato recentemente alla ribalta, grazie alla sua incredibile capacità di offrire contenuti agli Instagrammer alla costante ricerca dello scatto più originale.  

Il vero medium non sono più i muri: è Instagram!

 

 

Flaminia Maria Costanzi

Gloria Daniele

Marco Coriani

Paolo Corbisiero

Andrea D’Angelo

 

 

 

Sources

Luuk Magazine: https://www.luukmagazine.com/ecco-i-nuovi-instagrammabili-gucci-art-wall-allinsegna-del-diy/ ; https://www.luukmagazine.com/arte-e-moda-di-strada-gucci-presenta-i-nuovi-art-wall/

Tandem Pubblicità.it: http://www.tandempubblicita.it/cose-l-outdoor-advertising/

HyperHouse: https://hyperhouse.wordpress.com/2017/12/06/internet-e-il-nuovo-muro-della-street-art-lindiscreto/

Business of fashion.com :

https://www.businessoffashion.com/articles/intelligence/in-the-age-of-instagram-murals-take-on-new-meaning

Prima foto, Gucci Art Wall a Milano, campagna Gucci Bloom :  http://www.urbanvision.it/2017/09/la-nuova-fragranza-gucci-bloom-protagonista-dei-nuovi-art-wall/

Seconda foto, Gucci Art Wall su Instagram: https://www.instagram.com/explore/locations/202122423638417/gucci-art-wall/

Terza foto, Gucci Art Wall di Soho su Instagram:

https://www.instagram.com/explore/locations/1177943532319620/gucci-art-wall-soho-ny/?hl=fr

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...